Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e analizzare il nostro traffico. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze.
Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie, in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Ricerca in chiropratica

AddThis Social Bookmark Button

A differenza di quanto accade con le altre medicine, cosiddette "alternative", l'efficacia della chiropratica è stata dimostrata attraverso diversi studi scientifici condotti in tutto il mondo e pubblicati sulla stampa specializzata. Qui di seguito alcuni esempi:
 
Articolo di ricerca
Lombalgia di natura meccanica: confronto randomizzato tra il trattamento chiropratico e il trattamento ambulatoriale ospedaliero.  
BMJ 300 : 1431 doi:10.1136/bmj.300.6737.1431 (Pubblicato il 2 giugno 1990)
1. T W Meade,
2. S Dyer,
3. W Browne,
4. J Townsend,
5. A O Frank
± Affiliazione degli Autori
1. MRC Epidemiology and Medical Care Unit, Northwick Park Hospital, Harrow, Middlesex
Abstract
OBIETTIVO - Lo scopo della ricerca è di comparare il trattamento chiropratico con quello ambulatoriale ospedaliero nella cura delle lombalgie di natura meccanica.

DISEGNO - Studio clinico controllato randomizzato. Assegnato, per minimizzazione, al chiropratico o al personale ospedaliero competente il compito di formare dei gruppi per l’analisi dei risultati nel rispetto dei seguenti criteri di inclusione: consulto specialistico iniziale, durata dell’episodio di lombalgia per cui ci si sottopone alla visita, anamnesi e gravità del dolore lombare. I pazienti sono stati seguiti per un periodo di due anni.

CONTESTO - I pazienti reclutati sono stati seguiti in 11 centri diversi.

PAZIENTI - 741 pazienti, d’età tra i 18 e i 65 anni, senza controindicazioni al trattamento manipolativo e che non si sono sottoposti ad alcun trattamento nel mese precedente.

MANOVRE - Trattamento a discrezione dei chiropratici che hanno eseguito terapie manipolative sulla maggior parte dei pazienti, o del personale ospedaliero che ha utilizzato principalmente la mobilizzazione “Maitland” o la manipolazione, oppure entrambe. 

PRINCIPALI INDICATORI DI ESITO - Sono state riscontrate delle variazioni sia nel punteggio dell’”Oswestry pain disability questionnaire” (questionario per misurare l’incidenza del dolore sulle attività quotidiane) che nei risultati dei test relativi al sollevamento della gamba tesa e alla flessione del tratto lombare.

RISULTATI - Il trattamento chiropratico si è rivelato più efficace rispetto ai trattamenti ambulatoriali ospedalieri, soprattutto in relazione ai pazienti con dolore cronico o molto intenso a carico della colonna.

Si è registrato un miglioramento del punteggio  della scala Oswestry, di circa il 7%, a due anni. I benefici del trattamento chiropratico sono diventati più evidenti nella fase di follow-up. Indicatori di risultato secondari hanno, inoltre, evidenziato maggiori benefici per coloro che si sono sottoposti al trattamento chiropratico.

CONCLUSIONI - Ai pazienti che soffrono di lombalgia e che non presentano controindicazioni alla terapia manipolativa, la chiropratica offre vantaggi importanti e a lungo termine rispetto ai trattamenti ambulatoriali ospedalieri.

I vantaggi sono da riscontrarsi principalmente nei soggetti che soffrono di dolore cronico o molto acuto. Alla luce di quanto emerso sarebbe auspicabile l’inserimento, a pieno titolo, delle terapie chiropratiche nel Sistema Sanitario Nazionale.

fonte:britishchiropracticinstitute.com